Nissan sfida le convenzioni e realizza il primo bob a 7 posti del mondo

09 febbraio 2016 · Senza categoria

141825_5_8

141815_5_8

NISSAN SFIDA LE CONVENZIONI E REALIZZA IL PRIMO BOB A 7 POSTI DEL MONDO

Nissan ha sfidato le convenzioni con il lancio a Innsbruck, in Austria, del primo bob a 7 posti del mondo.

Questo X-Trail Bobsleigh prende ispirazione dal design di X-Trail e sarà pilotato dal campione olimpico britannico Sean Olsson sullo storico percorso olimpico di Igls.

Nissan ha collaborato con esperti del settore per trasformare un tradizionale bob a 4 posti  in un bob a 7 posti, in grado di raggiungere una velocità di 100km/h e sollecitazioni pari a 4.5 volte la forza di gravità (4.5G*).

Guarda il video dietro le quinte: https://youtu.be/_ZuFXx8OmKI

Il bob a 7 posti si ispira all’audace design di Nissan X-Trail, per il caratteristico aspetto frontale, i fari e l’opzione a 7 posti. Permette ai passeggeri di avere una vista aerea a 360 gradi per catturare tutta l’azione – come il sistema Around View Monitor in dotazione al crossover.

Il sofisticato sistema ALL MODE 4×4-i di X-Trail assiste il conducente nel mantenere il controllo anche su ghiaccio e neve, proprio come un bob.

Darryl Scriven, Design Manager al Nissan Design Center europeo (NDE), ha collaborato con il famoso costruttore di bob Diego Menardi e l’esperto di questa disciplina sportiva, Ian Richardson, per conferire al veicolo un’aerodinamicità olimpica.

Ian Richardson e Diego Menardi hanno messo a disposizione la loro esperienza combinata di oltre 50 anni sui tracciati olimpici, portando alla vittoria diversi team in tutto il mondo.

Darryl ha dichiarato: “Abbiamo voluto dare la possibilità di vivere in prima persona lo spirito d’avventura proprio del nostro segmento Crossover attraverso le sensazioni adrenaliniche di un bob olimpico. Il Nissan Design Center ha preso ispirazione dal design e dal carattere del nostro X-Trail per realizzare il X-Trail Bobsleigh, costruito da Diego Menardi presso il suo laboratorio di Cortina. Il risultato incarna l’innovazione e le tecnologie provenienti dai crossover Nissan.”

Il bob a 7 posti è stato sviluppato partendo da schizzi a mano libera e tecnologia CAD. Il dettaglio sulla parte frontale del mezzo richiama la griglia V-motion di X-Trail, enfatizzando così le linee muscolose proprie del cofano.

Il progetto è stato finalizzato grazie all’allungamento della struttura di un bob standard, a cura di Diego Menardi, in grado così di ospitare 7 passeggeri.

Dati statistici: una comparazione tra X-Trail e il X-Trail Bobsleigh

X-TRAIL Tekna 1.6 dCi 4×4

X-Trail Bobsleigh

Caratteristiche

Dati

Caratteristiche

Dati

Posti

Sette

Posti

Sette

Altezza

1,710mm

Altezza

850mm

Lunghezza

4,640mm

Lunghezza

4,200mm

Peso a pieno carico

2,160kg

Peso a pieno carico

895kg

Peso a vuoto

1,580kg

Peso a vuoto

310kg

Motore

1.6 dCi

Motore

N/A

0-100km/h

11 secondi

0-100km/h

30 secondi

Velocità massima

186km/h

Velocità massima

105km/h

Potenza

130PS (HP)

Potenza

621 HP (463 KW)

* La forza G che agisce su un oggetto fermo appoggiato sulla superficie terrestre è di 1 g (verso l’alto) e risulta dalla reazione di resistenza della superficie terrestre verso l’alto pari ad un’accelerazione di 1 g, ed è uguale ed opposta alla forza di gravità.

###

Nissan in Europa

Nissan è uno dei costruttori extraeuropei con la maggiore presenza in Europa, impiegando più di 17.600 persone nelle sue attività di design, ricerca e sviluppo, produzione, logistica, vendite e marketing. Nell’ultimo anno fiscale, gli stabilimenti Nissan nel Regno Unito, in Spagna e Russia hanno prodotto oltre 675.000 veicoli, tra cui pluripremiati crossover, vetture di segmento B, SUV, veicoli commerciali leggeri e veicoli 100% elettrici, tra cui Nissan LEAF, l’auto elettrica più popolare al mondo con il 96% dei clienti disposti a raccomandarla agli amici. Nissan ora offre una gamma di 23 modelli innovativi e diversificati in Europa con i marchi Nissan e Datsun.

La storia del bob 

XIX secolo

Il bob è uno sport nato alla fine del 19esimo secolo quando in Svizzera hanno unito due slitte insieme ad un meccanismo di sterzo per realizzare così un toboga. Il telaio è stato aggiunto successivamente per proteggere i turisti benestanti e il primo club di bob è stato fondato a St. Moritz, in Svizzera, nel 1897.

“Pesi massimi”

Fino agli anni ’50 era stata data molta importanza al momento della partenza e gli atleti più robusti provenienti da altre discipline erano stati attratti da questo nuovo sport. Nel 1952, è stata introdotta una regola che ha messo un limite al peso totale dell’equipaggio, ponendo fine all’epoca dei bob condotti da “pesi massimi” e portando così questo sport all’interno di un contesto più atletico.

Avanti e indietro 

Originariamente, le prime gare erano condotte con slitte di legno. Queste sono state ben presto sostitute da slitte in acciaio, meglio conosciute come bob, per i movimenti avanti e indietro eseguiti dai membri dell’equipaggio per aumentare la velocità in fase di partenza. Oggi, le migliori squadre al mondo si allenano tutto l’anno e competono su ghiaccio artificiale con sofisticate slitte realizzate in vetroresina e acciaio.

La storia olimpica 

Nel 1924, in occasione delle prime Olimpiadi Invernali a Chamonix, ha avuto luogo una gara con un equipaggio formato da 4 atleti. Nel 1932, in occasione dei Giochi di Lake Placid, ha gareggiato un bob con 2 atleti, secondo una format valido ancora oggi. La prima gara disputata da atlete donne si è tenuta nel 2002.